Scirocco blu

Era il vento di scirocco, in quei giorni di Lucifero nel mese di Agosto.

Avevamo poco tempo a disposizione per stare insieme, giacché io, nei momenti di solitudine, decidevo di infiltrarmi tra l’umanità assediante di una storica è meravigliosa città portuale.

Il blu era l’unica costante rassicurante, in tutta quella perfetta disarmonia umana.

Eppure una tempo, erano i miei luoghi natali.  Vi è ancora qualcosa di me, forse sepolta, sotto nubifragi di rassegnazione, dolore e ricordi.

Emulsioni Fuji