the Lane.

Specie acquatica – Ritratti in corsia – E’ un progetto fotografico in corso d’opera.

Un anno fa, iniziai la mia avventura nel nuoto. Io , master 50, mezzo secolo appena compiuto, decido di mettermi in gioco anche nello sport. Tra mille difficoltà iniziali, dai momenti di stanchezza e depressione, derivanti dal tipo di lavoro che si fa nel nuoto, mai mi sarei aspettato risultati tanto avvincenti quanto intellettuali. Il nuoto, uno sport difficile e severo, non lascia scampo, o lo fai o non lo fai. Fisicamente estenuante, ma che può aprire nuovi luoghi da esplorare . Ho sempre pensato che per raccontare una storia, ci si debba entrare dentro e viverla, un po’ come fa l’attore con il proprio ruolo. Ebbene, è in corsia che mi è venuta in mente l’idea, tra un 100 misto , una pessima virata è un crampo. Un reportage fotografico del popolo del nuoto. Raccontare tramite il loro aspetto, il nuoto. Una singola immagine, un ritratto, anzi, il ritratto. Il ritratto del vostro momento in quell’istante. La vostra presenza in questa bellissima storia che è il nuoto. Mi sono dilungato già troppo, vi lascio alle immagini. Grazie a tutti voi, che mi avete dedicato un po’ della vostra esistenza e del vostro supporto.