Fotografia,  Tracce di scrittura, pensieri.

Spettro

Una serie di scatti elaborati, fatti tramite reflex o cellulare , appartenenti ad un momento difficile della mia vita. Uno di quei periodi in cui non esistono risposte che possano colmare vuoti o lenire profonde ferite .
Le fotografie possiedono anche un linguaggio onirico, un po’ come le carte divinatorie o i famosi I’Ching.
In questo caso, hanno assunto valenza di  arcani per una lettura profondamente intima . Non vi è una sequenza precisa, non vi è tempo, in bilico nello spettro di frequenze tra luce e buio.
Frammenti di dolore nero e percezioni negative si mischiavano a momentanei e gelidi bagliori di luce.

alienazione

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra Operator e Spectrum, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: