Goldrake Generation

Erano le 18:45 del 4 aprile 1978 sulla Rete 2 all’interno del contenitore serale Buonasera con…[9], intitolato in quell’occasione Buonasera con… Atlas Ufo Robot e da allora, nulla fu più lo stesso.

Avevo 8 anni è ricordo ancora come fosse ieri, la telefonata tra me e mio fratello, più piccolo di me di 3 anni ( io abitavo con mia nonna ) in cui parlavamo rapiti di Goldrake. Ci sembrava vero, volevamo incontrare Actarus e pilotare il robot, eravamo piccoli, era un tempo di sogni . Nel corso degli anni, ho riscoperto questo anime varie volte, prima per pura nostalgia dei tempi andati, poi, con maggiore curiosità per storia dei suoi personaggi, che al di la delle battaglie robotiche, posseggono tratti interessanti. In rete, mi sono imbattuto in qualche storia scritta dai vari fans sparsi in giro per il mondo, che a tutt’oggi, continuano a crescere di numero. Qualcuno, ha addirittura scritto il prequel ed il sequel del perchè su Fleed, pianeta natale di Actarus scoppiò una guerra. Sembra che Actarus ( Principe Fleed ) non volle sposare la figlia di Re Vega, ( imperatore della stella Vega e dei pianeti alleati ) per amore di un’altra donna e Re Vega per vendetta, invase Fleed. Ma la storia, potrebbe essere più simile ad una delle tante guerre, sul nostro pianeta Terra.

Difatti io, ritrovandomi a disegnare ( su mia fantasia ) l’interno di un mini disco, ho voluto descrivere la storia dalle retrovie, mettendomi al posto di un pilota a cui è stata raccontata la storia dell’orso, sul perché Vega abbia invaso Fleed. Forse in fondo, le Fakenews sono sempre state un valido alleato al servizio delle necessità.

Pilota di mini disco d’assalto.

Il radar, aveva agganciato il disco da combattimento del Principe Fleed, ma il pilota aveva un dubbio, un tarlo, nella sua mente condizionata dalla propaganda planetaria della sezione imperiale di Vega.

Mentre pilotava il proprio disco verso l’assalto, I suoi pensieri erano confusi e contraddittori. Ricordò a se stesso quanto lo stesso principe, fosse stato arduo sostenitore per una politica di pacificazione e collaborazione tecnologica tra i pianeti. Ma l’imperatore di Vega, intendeva conquistare Fleed per le sue risorse energetiche e minerarie e il pretesto, era che Fleed possedeva tecnologia militare pericolosa per la sopravvivenza di Vega e che il mancato matrimonio tra il Principe Fleed e la principessa Rubina, figlia dell’imperatore di Vega, non fosse altro che un atto ostile contro una politica di pace. Dopo un anno di estenuante propaganda, il popolo Veghiano accettò tale fatto come verità assoluta. La guerra, si scatenò furiosa e distruttiva più che mai. Durante l’invasione il Principe riuscì a fuggire a bordo di un disco da combattimento Fleediano, quindi, agli occhi di tutti era un traditore, e inoltre aveva tenuto nascosta un arma con cui avrebbe potuto attaccare Vega e aiutare una possibile ribellione, e invece decise di lasciare il proprio popolo a lottare da solo, insieme ai Veghiani pacifisti alla mercé dell’impero . ” Il Principe deve morire” pensava il pilota ” La guerra è un atto orribile, io sono diventato pilota imperiale solo per vendicare la mia famiglia e ucciderti principe Fleed, se mai ci riuscirò!!!” pensava il pilota rinchiuso all’interno del proprio abitacolo, mentre un raggio improvviso , squarciava il minidisco rendendo cenere tutto ciò che vi era al proprio interno.

Informazioni sull'autore

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra soggetto, oggetto e operatore, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

Ti potrebbe piacere:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: