Un film di una triste e struggente bellezza e grande prova d’attore per Elio Germano. Non è facile rimanere impassibili dinanzi al dolore, anche quando porta ad un grande riscatto, con nel caso di Antonio Ligabue, perché seppur riemarginate, le ferite contengono la memoria. Per chi non l’ho ha visto, lo consiglio vivamente. La fotografia non è esaltante, ma racconta l’italia rurale del dopoguerra, ma certi frame hanno uno stile fotografico intimo. È stato difficile guardarlo senza emozionarsi o provare dolore per un uomo che aveva un grande bisogno di amore.

#volevonascondermi #eliogermano #cinemaastra #ligabue

Informazioni sull'autore

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra soggetto, oggetto e operatore, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

Ti potrebbe piacere:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: