Non sempre le nuvole sono bianche nella vita di tutti giorni, ma d’altrocanto, grandi Nuvole oscure e immensi fulmini, non sempre sono sinonimo di catastrofe. Un salto nel vuoto. Un cambio di vita. Un balzo verso l’ignoto.

Il cuore batte forte prima del decollo. Poi il salto, l’organismo sussulta e in un battito si è lassù, tra le strade del vento. La mentre frantuma i propri limiti e si respira, e io amo volare e perdermi tra cielo, nuvole e stelle. Ma sulla terra? Ogni giorno potrebbe essere un nuovo lancio verso qualcosa di nuovo, e il nuovo spaventa o no? sulla terra la mente non cede facilmente. Troppi stimoli. Preferirei volare ma, sto con i piedi per terra e mi divincolo a volo radente tra i paesaggi del mio mondo.

– A volo radente tra la folla –

Informazioni sull'autore

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra soggetto, oggetto e operatore, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

Ti potrebbe piacere:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: