” Quel silenzio, era un metronomo che incessantemente scandiva le nostre vite, i nostri istanti, i nostri sguardi e i nostri desideri, mentre la nebbia, col suo gelido mantello era un sicuro riparo da occhi vitrei e invidiosi”

Lago di Caldonazzo. Inverno

Un lungo inverno di qualche anno fa, quando iniziai a riflettere su come raccontare il mio percepire la natura in Trentino, regione in cui risiedo da 15 anni e che sto amando e scoprendo sempre più. Questo è il lago di Caldonazzo in pieno inverno, una stagione che attendo trepidante per quella magia con cui avvolge tutto, in un manto di bellezza.

Informazioni sull'autore

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra soggetto, oggetto e operatore, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

Ti potrebbe piacere:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: