E, starebbe per emozionali. In realtà, non ho ancora definito bene come chiamarli, ma dopo tanto ritrarre le persone, sentivo che mancava qualcosa: La necessità di liberare quegli sguardi dal vile e oscuro giogo dell’orizzonte degli eventi della mia fotocamera.

SONO IN CERCA DI VOLTI!!!!!

COmfermo che nessuno dei personaggi ritratti ha subito maltrattamenti 😂😂😂😂😂😂😂

Informazioni sull'autore

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra soggetto, oggetto e operatore, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

Ti potrebbe piacere:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: