Fotogrammi di Storie

Fotogrammi di Storie – P.3 – Andrea Maschio e la fotografia come aiuto sociale.

Interessante puntata quella con Andrea Maschio negli studi di Radio Music Trento del 30 11 2020.

Andrea Maschio, un ingegnere con la passione per l’incontro verso altre culture e la fotografia come linguaggio per raccontarne il vissuto. Un ibrido tra un professionista e un amatore. Nelle sue foto di viaggi, ho trovato molta più sincerità e bellezza che nelle immagini dei molti fotografi impegnati presso i grandi gruppi editoriali. Volendo citare R.Capa nel suo aforisma più conosciuto, ” se la foto non è buona, vuol dire che non eri abbastanza vicino “. Io credo che Andrea Maschio sia andato abbastanza vicino. Ma per Andrea, il fattore fotografico, è stato un pretesto gli ha permesso di documentare gli aspetti urbani e sociali dei luoghi visitati e vissuti fino in fondo, dando così vita attraverso la sua associazione TRECASMA , a progetti di risanamento e aiuto solidale verso zone difficili, soprattutto in baraccopoli come quella del Perù. Poi la sua storia con il popolo Sahrawi in nord Africa, un lembo di terra conteso tra Marocco e Algeria. Insomma, una puntata da ascoltare con calma, magari sorseggiando un buon vino, tra racconti di terre lontane con storie aspre e di un uso consapevole ed etico della fotografia.

Qui il link al podcast della puntata.

La traccia dedicata alla puntata.

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra Operator e Spectrum, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

2 commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: