Fotografia

Fotografia, linguaggio creativo.

la fotografia è un linguaggio, fatto appurato oramai. Certo, saperlo utilizzare e poi altra cosa. IL grande maestro Mario Giacomelli, sosteneva che la fotografia è facile, a patto che sia abbia qualcosa da dire. A tale definizione io aggiungo, che credo siamo tutti bravissimi a fare fotografie, ma divenire un autore è altra cosa. Ecco, non che io mi definisca un autore anzi, credo non smetterò mai di studiare nemmeno da defunto, ma sento sempre più pressante questa necessità di voler definire delle storie attraverso l’utilizzo delle immagini. Forse, sono in una fase in cui devo aver fatto dei passi in più nelle profondità di tale linguaggio, e forse, è tempo di scrivere. Ma io amo anche avere la percezione sensoriale dell’immagine, ecco perché utilizzo anche le fotocamera istantanee, oppure differenti supporti su cui stampare, perché ogni fotografia oltre ad essere tattile, può essere supporto di immaginifiche storie scritte.

Buona pasquetta a tutti voi, io sarei anche stufo di mangiare!!!! Voglia di mareeeee

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra Operator e Spectrum, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

Un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: