Tracce di scrittura, pensieri.

45.0° C rosso.

17:12 p.m.

Mi dirigo verso l’auto dopo aver sostenuto una visita specialistica, mentre il caldo attanaglia il mio corpo. Lo sopporto, non mi lascio di certo influenzare negativamente, non ne ho voglia. E’ caldissimo in questo periodo, si lavora male e mal volentieri ma, si si sa, nulla è facile a questo mondo. Ok, con un rinnovato senso di positività, dopo aver raggiunto la mia auto, ne apro la portiera e mi ci tuffo dentro, consapevole di ciò che percepirò da li a breve. Ma…45°???? Rimango a fissare il quadrante rosso sfavillante che al contempo, oltre a darmi una info, sembra quasi voler prendere per il culo il mio stato mentale e l’ambiente circostante. Penso al Sud che brucia, anzi, che viene fatto bruciare, forse per speculazione edilizia o per chissà quale altra merda di motivo.

Un abbraccio.

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra Operator e Spectrum, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

3 commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: