Bello Trentino,  Fotografia,  Tracce di scrittura, pensieri.

Le mattine, quelle frizzantine nella City.

Finalmente decido di uscire in bici all’alba, per poter vivere il risveglio della city. Da un paio di giorni a questa parte, le temperature sono divenute ” frizzantine” tanto per utilizzare un eufemismo. Però, le ” Golden Hour ” sono le migliori, soprattutto nei periodi tra primavera e autunno, per ciò che concerne la fotografia. Stamattina la luce è di un blu intenso da far pensare all’arrivo di una nuova stagione calda ma ahimè, non è cosi. Tornando a noi, il primo kilometro è stata dura, non ero vestito proprio pesante, anche perché detesto avere troppi vestiti addosso, quindi, ci ho messo un pò a scaldarmi ma, tre caffè, un krapfen e due paninetti salati, presi Al Barrio del gentilissimo Lorenzo, ( un luogo che adoro in pieno centro di Trento ) hanno di certo aiutato. Oltretutto, stamattina sono riuscito a fare qualcosa che non facevo da un po’: Fare colazione leggendo un giornale e incontrando qualche amico di passaggio. La vita è una , e seppur dura, meglio godersela che pensare solamente a come arrivare a fine mese. Arriva il sole e il suo tepore è un toccasana per anima e corpo. Riprendo il giro e mi dirigo verso la fontana del Nettuno in piazza Duomo, che è nuovamente in funzione. Scatto una foto verso gli zampilli che generano danze di luci e colori di ogni sorta. Meraviglioso. Ok, è tempo di rientrare e quindi, prendo la via di casa sotto questo caldo sole autunnale. Tutto questo mi ha reso di buon umore, posso quindi affrontare il resto della giornata, più serenamente. Domani non so’, dovrei dirigermi verso un lago ma, spero di far divenire queste uscite mattutine, un frammento importante della mia giornata, almeno finche fuori non nevica. Buona giornata a tutti.

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra Operator e Spectrum, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: