Fotografia,  Tracce di scrittura, pensieri.

Good night and…

Ti va’ di passeggiare costeggiando il fiume? In tal buio rischiarato dalle fredde luci digitali, l’oscurità incombe e ci avvolge comunque. Andiamo a prendere una birra? Ma forse tu non bevi, oppure…hai voglia di far l’amore? Ci immergiamo nel buio pesto laggiù, oltre le luci rosse e… Cazzo , ancora un altro sogno erotico. Anche stanotte, e poi un dolore e poi il risveglio di soprassalto, ancora stanotte. Suona la sveglia. Sono le 3 del mattino, le ore in cui principalmente preferisco scriver finche non crollo e quindi, avevo regolato tale ora. Però, quel sogno su di un altro sogno, che peso. Mi sento stanco ma, mi vesto e faccio un giro per prendere aria. La città è silenziosa e immersa nel buio, ma illuminata dalle tante luci fredde che arrivano dai lampioni o dalle insegne. Un ombra cammina verso di me, sarà qualcuno che come me non riesce a dormire. Ritorno ai miei pensieri ma dopo una decina di passi mi fermo . Davanti a me vi è l’ombra di qualcuno, indefinita, non riesco a scorgerne il volto. Comincio a sentirmi intimorito, finche una flebile voce non risuona nella mia testa. ” Ti va’ di passeggiare costeggiando il fiume?

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra Operator e Spectrum, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: