Fotografia,  My dirty guitar

Blues invernale

Essere come il grande Stevie Ray Vaughan non mi è possibile. Però, sto scoprendo questa parte di me in cui sento i suoni della mia Dirty Guitar, formarsi nella mia testa, come pensieri latenti in attesa di manifestarsi. Quindi, provo a dargli voce. Ho ancora tanto lavoro da fare ma…bè, Buone feste a tutti.

” Se c’e un aspetto che amo della fotografia, è l'incontro, e il poter guardare le persone cercando di scovare lo zero fotografico che è in ognuno di noi. Un difficile incontro tra Operator e Spectrum, finché non crollano le barriere egosintoniche e si instaura una profonda relazione. Ogni fotografia è una personale realtà, indica il luogo e il tempo del mio passaggio, una finestra sui miei occhi, ma non verità assoluta proprio perché ognuno, è autore della propria”

Benvenuto Eternauta!!! Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: