L’estate

sono qui, comodamente sdraiato sulla mia sedia da mare nel mio terrazzino, a perdermi in questa estiva luce crepuscolare, in attesa che le stelle illuminino il buio e l’aria rinfreschi. A ripensarci, faccio questa cosa sin da ragazzo, quando ancora vivevo nella mia città d’origine, all’ultimo piano di un palazzo di 12 di piani, e le notti estive avevano il profumo del mare, del gelsomino, delle pomelie e il cielo era stellare. Sarà che sto invecchiando ma, Trento mi sta stretta, anche se so in cuor mio che non sarò più in grado di andare via. Come accennavo prima, Sono giorni caldi questi. Oggi la mia auto segnava 42 gradi. Lavorare nelle ore centrali è faticoso e stressante, ma tra noi colleghi, si cerca di farcela passare al meglio. Poi Si torna a casa sfiniti e con una gran voglia di dormire. Mi salvo andando in palestra, dove posso stare al fresco, seppur il lavoro aerobico mi faccia sudare e poi, occupandomi delle mie fotografie e dei mei progetti. Ho vissuto estati molto più calde quando vivevo a Roma, come quella del 2003, ma ero piu giovane e poi, Roma è Roma!!! Notte Stellare…però fa caldo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: