Rumore

Passo il tempo a togliere questi maledetti moscerini dallo schermo mentre cerco di ritrovare la mia lucidità, persa tra le ore più calde di queste giornate, tra urla di bambini, mamme isteriche ( non tutte ) perché il proprio figlio non farebbe mai ciò per cui è ripreso e gente incivile, evidentemente sprovvista di un ideale di comunità e rispetto altrui, per scrivere, per mettere giù un pensiero, una storia, un respiro . Faccio fatica a stare sul pc in questi giorni, malgrado abbia comunque molto da fare. Non ci riesco. Rientro da lavoro, pranzo e mi distendo per terra, finché non mi addormento. Mi risveglio dopo mezz’ora e mi sembra un tempo infinito. Sto passando più tempo sulle 6 corde che rimettono a posto i miei sensi sconnessi e disturbati dal rumore. Già, perché la vita è dinamicità, quindi rumore. Adesso l’aria è tiepida, ma per domani attendiamo un aumento della temperatura. Bè, ce la faremo passare come tutti gli altri giorni. Continuo a togliere questi maledetti moscerini dallo schermo, mentre la grande astronave scura dapprima immobile sopra il mio tetto, sembra ora allontanarsi lentamente e silenziosamente verso l’alto. Notte.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: