All hung up on you

Il tempo necessario per una ricognizione aerea, quando un saetta squarcia un cielo nero di pesanti idrometeore che stanno per esplodere. La tempesta dietro alle mie spalle sta per scatenarsi. Ho appena il tempo di atterrare, che pesanti gocce schiantano nella placida acqua lacustre. La tempesta adesso sferza l’aria tiepida con violenza. Mi rifugio in auto zuppo fino al midollo. Ma quest’acqua è necessaria e l’aria diviene più fresca. Respiro. Avvio il motore dell’auto e faccio andare la radio che è sintonizzata su un canale nazionale. Carlo Lucarelli annuncia una puntata di ” Profondo Nero ” , quanto può essere nero il buio? e cosa vi è dentro il suo manto di velluto? In grano le marce e parto a razzo. Amo guidare di notte sotto un temporale. Le curve sfilano veloci quel tanto che basta per vederle. La radio mi racconta la storia di Metal di Christopher Lee, un grandissimo attore con una carriera invidiabile, con una folle passione per il metal e che ha 92 anni , dopo svariate collaborazioni con i big dell’Heavy Metal, ha inciso un album di natale con una traccia dal titolo Jingle Hell. Geniale. Piove pesantemente. E’ buio. Rallento e mi fermo un pò. Spengo il motore e Mark Butcher suona la sua blues ” All hung up on you ” . Bè, vi lascio la notte da vivere.

Benvenuto Eternauta!!! Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: