• Bello Trentino,  Fotografia

    Sunny Flowers – Fotografie, alchimie e luoghi magici

    Molto interessante l’esposizione fotografica organizzata da Paolo Aldi, sia per il contesto in cui é ospitata, ovvero una chiesetta romanica attestata tra il X e XII secolo,sia per il tipo di immagini esposte e la tecnica utilizzata nel realizzarle. Peccato oggi fosse l’ultimo giorno, ma spero di rivederle in altro contesto, senza necessariamente dovermi rifare una scarpinata nel bosco e un’arrampicata di 30° se non più . In realtà l’idea del luogo mi è piaciuta moltissimo, e i Fiori del Sole di Aldo e Lia, ben si mostrano in tutta la loro bellezza, . La tecnica utilizzata ? Mmmm magari prossimamente ne avrete una breve intervista . Ci sto pensando,…

  • Bello Trentino

    Frammenti di Trento…in bici

    Era una Domenica non molto presto, e volevo provare una piccola action cam, agganciata alla bici. Inutile dire che la qualità non è granché, alla fine prenderò una go-pro, ma al contempo, vi porto in giro per il centro di Trento, ovvero una porzione di centro. Un piccolo giro circostante Piazza Duomo, con la sua fontana del Nettuno. Una piazza piena di Bar e caffè di ogni tipologia, dove rilassarsi, leggere un giornale, un libro e fare due chiacchiere con qualcuno.

  • Bello Trentino

    Rifugio Potzmauer

    Questa domenica scorsa, ho deciso che sarei tornato al Rifugio Potzamauer ai Masi Alti di Grumes, dalle parti della Val di Cembra. Da Trento, dirigetevi verso Lago Santo di Cembra, altro luogo stupendo dove potreste fare un bagno, e dopo aver parcheggiato a fianco al rifugio sul lago, potrete inoltrarvi attraverso lussureggianti boschi in cui camminare, risanando spirito, corpo e mente. Ovviamente, io non sono una guida turistica e non voglio vendervi nulla, quindi non aspettatevi post specifici, non è un lavoro di mia competenza; Però, amo parlare dei luoghi in cui vivo e le percezioni che provo. Vi dico subito che per arrivare al rifugio, occorre una camminata di…

  • Fotografia,  Tracce di scrittura, pensieri.

    Pensiero Fotografia 2021

    Ci sono delle fasi nella vita, in cui tutto sembra tornare prepotentemente e con molta più passione e competenze. Io mi occupo di fotografia da diverso tempo ma, è come se non vi fosse mai fine allo studio, alla ricerca e alla sperimentazione. Quest’anno per svariati motivi, tra cui la questione pandemica, ho avvertito un certo fastidio nell’occuparmi di fotografia, forse perché alcuni progetti che ritenevo solidi, inerenti all’immagine fotografica sono svaniti ( non di certo grazie a me ) o forse, perché ad un certo punto vorresti un po’ tirare qualche somma. -Va bene cosi – mi sono risposto. Di fatto, chiuse delle porte ve ne sono altre da…

  • Tracce di scrittura, pensieri.

    Il cuore

    Oggi un piccolo giro in bici. Devo riprendere a fare sport, dopo lo stop di questi ultimi due anni. Rimettere in forze l’organismo, far girare il cuore e buttar via tutte le tensioni e i pensieri difficili. Per fortuna oggi, pur essendo una giornata calda, é molto ventilata qui a Trento. Piccola colazione e via. Buon weekend a tutti.

  • Tracce di scrittura, pensieri.,  XXI Secolo

    Ciao Gino.

    E grazie per tutto cio’ che hai dato e che hai insegnato. Anche oggi, il mondo ha perso una grande parte di umanità . “Se uno di noi, uno qualsiasi di noi esseri umani, sta in questo momento soffrendo come un cane, è malato o ha fame, è cosa che ci riguarda tutti. Ci deve riguardare tutti, perché ignorare la sofferenza di un uomo è sempre un atto di violenza, e tra i più vigliacchi.” G.S.

  • Tracce di scrittura, pensieri.

    L’albero di olivo

    Un albero di olivo, anche in una calda giornata d’agosto come questa, riesce sempre a trasmettermi un senso di quiete e di rigenerazione. Sarà per la sua storia meravigliosa e per ciò che questa pianta produce? Se vi è un alimento che amo in assoluto, è proprio l’olio. Magari ne farò una ricerca. Vi auguro tutto il bene possibile.

  • Tracce di scrittura, pensieri.

    45.0° C rosso.

    17:12 p.m. Mi dirigo verso l’auto dopo aver sostenuto una visita specialistica, mentre il caldo attanaglia il mio corpo. Lo sopporto, non mi lascio di certo influenzare negativamente, non ne ho voglia. E’ caldissimo in questo periodo, si lavora male e mal volentieri ma, si si sa, nulla è facile a questo mondo. Ok, con un rinnovato senso di positività, dopo aver raggiunto la mia auto, ne apro la portiera e mi ci tuffo dentro, consapevole di ciò che percepirò da li a breve. Ma…45°???? Rimango a fissare il quadrante rosso sfavillante che al contempo, oltre a darmi una info, sembra quasi voler prendere per il culo il mio stato…

  • Fotografia,  Tracce di scrittura, pensieri.

    Frammenti di pelle di una città.

    Passavamo le ore della notte girovagando tra le strade della nostra città. Cercando refrigerio dal caldo infernale che durante il giorno, fiaccava le nostre vite. La città di notte era nostra e nessuno poteva togliercela. Nemmeno i nostri genitori, che senza cellulari, passavano notti insonni nella speranza che nulla ci accadesse. Fu in quel periodo che cominciai ad interessarmi alla fotografia. Malgrado le nostre serate erano un continuo infinito di feste, amici, scarpinate al buio interrogandoci sul nostro futuro, io mi perdevo in ciò che la città, ovvero le sue mura, raccontavano. Scrostature, finestre e strade, testi scritti da chissà chi e perché, ma impressi su pareti più o meno…