• Fotografia

    Circuiti urbani . Atto 1

    Alcune, sono immagini prese prima della pandemia, immerso in un viaggio tra Circuiti urbani antropizzati e anestetizzanti, forse a causa di uno straripante oceano umano che spesso inonda e soffoca l’anima di un luogo. Ma le città le fanno gli uomini, e seppur affascinante, si formano a volte, paesaggi brulicanti di fantasmi urlanti la perdita della propria identità. La città pretende se stessa? Forse. Durante il lockdown la natura si è ripresa degli spazi. Chissà . Il più delle volte solo all’alba o nella notte, ritrovo le perfette armoniche in reciproco accordo tra suono, luce, buio, spazio e vita tra le vie degli uomini.

  • Fotografia

    Bucolico urbano.

    E’ uno di quei giorni in cui non so cosa voglio veramente, e non so cosa possa soddisfarmi, Cosa manca, o di cosa sono troppo full! Ore 12:37, il grigio impera . Vago in auto perché mi piace osservare il mondo stando comodamente seduto, mentre le immagini sfrecciano frenetiche dinanzi ai miei occhi. La mia fotocamera è sempre con me, sul sedile accanto al mio, pronta all’uso . Inizia a fioccare. Sulla via Brennero, all’altezza del complesso che include Mediaworld, Poli e uno slow food asiatico, divenuto ormai un ” non luogo ” di strategica importanza per i cittadini, decido di aver voglia di sushi. Inforco la rampa che porta…